Misure di contenimento Covid-19: disposizioni per pazienti e visitatori

Carbonia, 6 MARZO 2020 –
Nuove regole per i visitatori e i pazienti che transitano nelle strutture sanitarie, in riferimento alle misure di prevenzione del Nuovo coronavirus.

Sospensione visite programmate
La direzione Assl Carbonia in ottemperanza a quanto definito dalla direzione sanitaria Ats Sardegna, ha disposto la sospensione immediata a data da destinarsi di tutte le visite ambulatoriali etichettate come prima visite e delle visite di controllo, che non abbiano specificato nell'impegnativa la dicitura “urgente”.

Oltre alle visite urgenti presso le sedi poliambulatoriali della Assl di Carbonia potranno essere effettuati prelievi ematici esclusivamente indicanti la dicitura "Urgente" o che siano funzionali a terapie periodiche (oncologiche, palliative, farmaci biologici) opportunamente certificate dai Medici di Medicina Generale.

Gli utenti che hanno prenotato una visita non urgente sono quindi invitati a non presentarsi presso le strutture ambulatoriali nel giorno e orario prefissati, fino a nuova comunicazione.

Visitatori dei pazienti ricoverati
Tra le misure adottate per fronteggiare l'emergenza Coronavirus, per evitare qualsiasi possibilità di contagio e nell'interesse della tutela della salute dei pazienti, dei loro familiari e degli operatori sanitari, vengono sospesi gli accessi dei visitatori dei pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere della Assl di Carbonia (Ospedale Sirai di Carbonia e Ospedale CTO di Iglesias).

Donazione Sangue
La popolazione è invitata a donare il sangue seguendo alcune semplici indicazioni disposte dal Centro Nazionale Sangue:
- avvertire il medico del Centro trasfusionale dei recenti viaggi e spostamenti, specie nelle aree a rischio;
- avvertire il medico del Centro trasfusionale se si è avuta tosse, febbre, difficoltà respiratorie anche se i sintomi si sono risolti;
- avvisare il Centro trasfusionale se i sintomi si presentano dopo aver donato;
- ricordare che per donare bisogna essere in buona salute: anche un raffreddore sarebbe motivo di esclusione.

Sale d’attesa
Non formare assembramenti e mantenere le distanze di sicurezza di almeno un metro: una regola valida per tutti, ma soprattutto per le persone anziane o con patologie croniche o immunodepresse.

Le disposizioni, che i cittadini sono invitati a rispettare scrupolosamente, si rendono necessarie per salvaguardare la salute della collettività e soprattutto le condizioni di salute di soggetti particolarmente fragili, maggiormente esposti alle complicanze dei virus.

Locandina Covid - 19